VCT vs NAZIONALE

Bella partita quella organizzata Domenica 22 Marzo dal PGS tra la NAZIONALE OVER50 ed il VOLLEY CLUB TORINO presso il palazzetto dello sport di San Maurizio Canavese ( TO ).
Per la NAZIONALE OVER50 sono scesi in campo GOLDONI, DAMETTO, RAFFALDI, SOZZA, QUIRICI, BERNARDI MASSIMO, MERLO, PERON, MASTRODONATO.
Il VOLLEY CLUB TORINO ha schierato BUSSI, CARLEVARIS, MENON, BERTARIONE, ORECCHIA, PERONO, BALLA, PASIN, BOR.
In panchina a disposizione delle due squadre Achille SANTORO.
Le due formazioni master hanno dato vita a 4 set equilibratissimi e ben giocati, finiti sempre ai vantaggi, che hanno visto prevalere la Nazionale 3 a 1 ma per soli 4 punti totali.

Ed al termine tutti a cena insieme.

DSC_0079B

Posted in VCT by Volley Club Torino News. Commenti disabilitati su VCT vs NAZIONALE

Prima scoppola stagionale per il VCT

Il VCT perde in fase di riscaldamento il capitano Quirici per un risentimento muscolare e se questo è il “buongiorno” chissà come sarà la giornata per i tuttoneri …….. ma il primo set chiarirà subito le idee.
Un set segnato da una insufficiente grinta e da un gioco molto contratto che non mette in difficoltà un avversario molto deciso. Non bastano intuizioni e giocate individuali per fermarli, un servizio lento e poco incisivo agevola il gioco del Venaria.
Il primo set passa così alla storia con un perentorio 25 a 16 per i padroni di casa.
Gli ospiti cercano di correre ai ripari ruotando la squadra ad inizio secondo set per cercare di contrastare la fisicità degli avversari con un muro più potente e questa mossa riesce ad arginare inizialmente il gioco dei loro attaccanti . Il punteggio rimane sempre a vantaggio del Venaria ma con il VCT a distanza di controllo. Tenere questo ritmo però porta i tuttoneri a fare molti errori gratuiti che sono delle “mazzate morali” al fragile equilibrio raggiunto nel frattempo. Il servizio sempre di caratura “amichevole” facilita la ricezione avversaria mentre le ricezioni degli ospiti sulle battute avversarie sono scarse e timorose.
Oplà….il secondo set finisce con un punteggio di 25-14 .
Il terzo set è preceduto da tanti “dajje…!”, ”…non molliamo ! “, “ forza…!” e forse le facce non esprimono lo spirito giusto però in ogni caso il VCT reagisce. Ne risulta un parziale molto combattuto soprattutto grazie al fatto che ora i tuttoneri cominciano a battere bene con l’avversario che fatica molto a ripetere il proprio gioco fatto di palle alzate in modo spinto e veloce. Così si rivede il VCT battersi alla pari con una squadra più giovane e ben messa in campo.
Ognuno da il suo contributo, ma purtroppo non basta per vincere il set e con la sua conclusione il VCT Lasalliano perde per la prima volta nella stagione per 3 a 0.
Polisportiva Venaria – VCT Lasalliano 3 -0 ( 25/16 – 25/14 – 25/20 )

Posted in VCT by Volley Club Torino News. Commenti disabilitati su Prima scoppola stagionale per il VCT

VCT in scuro-chiaro

Sedicesima giornata
AAA Lasalliano Cercasi.
Incontro che vede affrontarsi al Centro sportivo LINGOTTO il VCT ed il Meneghetti.
I tuttoneri, reduci da una serie di prestazioni tutt’altro che fantastiche e pieni di assenze, si presentano in campo con Bussi in regia, Mottin opposto, Dametto (nell’insolito ruolo di banda) e sozza all’ala, Bertarione e Menon centrali, Tozzetti libero.
Parte malissimo il Vct.
In campo regnano confusione e deconcentrazione e gli avversari hanno vita facile.
Ricezione palleggio attacchi battute muri e difese, più che una squadra sembra una scialuppa di salvataggio in balia di uno tsunami. Risultato 1 a 0 per il Meneghetti e squadre a riposo.
Nel secondo set non si cambia il sestetto, ma cambia l’atteggiamento dei ragazzi che trovano convinzione e gioco, riducono gli errori e riescono così a dominare un avversario inferiore tecnicamente. Dametto all’ala chiude due punti importanti, Bertarione Menon Bussi e Mottin mettono in difficoltà l’avversario in ricezione e la squadra conclude agevolmente il set in vantaggio.
Terzo set che sembra una continuazione del precedente.
Gli avversari iniziano ad innervosirsi, prendendosela con qualche decisione dubbia.
Il Vct dal canto suo non si fa distrarre e complice un ritrovato ed efficace muro chiudono il set con un ampio vantaggio.
Il quarto set è un film già visto. I tuttoneri entrano in campo con il piglio di chi sa di aver già vinto e si rivedono i fantasmi del primo set. Gli avversari prendono coraggio e staccano di quel tanto che basta il VCT che si sveglia tardi e non riesce più a riprendere il set 2 a 2 e si va all’ennesimo tie break.
Il quinto set è sicuramente il più battagliato ed agguerrito, Meneghetti e Vct danno vita ad un duello punto a punto, ma sul più bello i tuttoneri commettono un paio di errori di troppo e il match si chiude con la vittoria degli ospiti

VCT Lasalliano – U.S. Meneghetti
2-3 ( 14/25 25/16 25/17 22/25 12/15 )

Diciassettesima giornata
La luce in fondo al tunnel.
Il è Vct ospite dell’Alto Canavese.
I tuttoneri, reduci da una striscia tutt’altro che positiva sono chiamati ad un pronto riscatto.
Sestetto di partenza con Bussi al palleggio il rientrante Quirici all’opposto, Balla e Bertarione al centro, orecchia sozza all’ala e Tozzetti libero.
Parte bene il Vct che fa subito capire all’avversario che questa sera non intende fare sconti.
Ricezione attenta, gioco fluido e attacchi precisi annichiliscono un avversario incapace di reagire.
Primo set mai messo in discussione.
Il secondo set ricomincia la dove il primo era finito, con Menon al posto di Bertarione.
I tuttoneri mantengono la concentrazione e l’avversario troppo debole sembra incapace di trovare soluzione, prima barcolla e poi crolla al tappeto. 2 a 0 per il VCT.
Il terzo set vede l’ingresso di Mottin al posto di Quirici.
I tuttoneri partono bene e tutto sembra presagire un tre a zero facile per i VCT che però non hanno fatto i conti con loro stessi. L’avversario infatti non cambia la sua linea, ma quello che cambia sono gli errori dei tuttoneri che complice qualche errore di troppo regalano il set all’avversario che ringrazia e conquista il set.
Il quarto set si presenta con gli spettri del tie break in agguato. Bertarione rileva Balla.
La squadra parte bene, limita al minimo gli errori e ritrova un ottimo gioco. Gli attaccanti sembrano micidiali e il distacco si fa con il passare del set più marcato per i tuttoneri.
Un turno positivo di Mottin in battuta chiude un match nel quale il Lasalliano ha finalmente trovato la luce.

Alto Canavese Volley – VCT Lasalliano
1-3 ( 17/25-16/25-25/18-15/25 )

Posted in VCT by Volley Club Torino News. Commenti disabilitati su VCT in scuro-chiaro

10 set per 3 punti

Il VCT Lasalliano chiude male il girone di andata e perde 3-2 contro il Rivolley.
VCT Lasalliano – Rivolley 2-3
25-15, 20-15, 25-18, 25-27, 13-15
Sozza al rientro dopo un lungo stop, Orecchia febbricitante e Bussi acciaccato giustificano solo in parte la sconfitta subita dal VCT nell’ultima di campionato contro il Rivolley, formazione che fino a quel momento aveva conquistato una sola vittoria.
I tuttoneri partono concentrati, starting six “classico” Bussi-Pasin, Sozza-Orecchia e Bertarione-Menon, Tozzetti libero e primo set dominato.
Poi spazio al turnover con gli ingressi di Balla, Bor e Mottin che rileva un esausto Sozza nel quarto set.
La partita diventa difficile, con il Rivolley che si esalta e riesce a portare il VCT al quinto set.
Sul 12-9 per gli avversari il VCT riesce ancora a portarsi sul 12-12 e giocare punto a punto fino al primo match point avversario, quando uno sciagurato bagher di alzata di Bussi perlomeno impreciso (uno “spigolo” in gergo) mette tristemente fine alla partita.

Il girone di andata del VCT è comunque decisamente positivo: 10 vittorie e 3 sconfitte, quarta posizione in classifica a 4 punti dalla capolista. E il ritorno inizia senza pausa …

Un’altro 3 a 2 per il VCT Lasalliano che affronta per la prima giornata di ritorno il Volley Parella.
VCT Lasalliano – Volley Parella 3-2
25/21-25/21-19/25-25/27-15/5
Orfani di Menon i tuttoneri si presentano in campo con lo starting six :
Orecchia Sozza all’ala, Dametto e Bertarione al centro, Tozzetti libero Raffaldi Opposto e Bussi in regia.
Parte bene il Vct che sembra amministrare subito la gara. Concentrazione e concretezza, unita ad una tecnica superiore sembrano non dare scampo agli avversari che provano con un buon gioco “difensivo” ad arginare l’inarrestabile onda nera, Ma non c’è nulla da fare, 1 a 0 e si va al riposo.
Secondo set che ricomincia la dove il primo era terminato. Dametto e Bertarione al centro fanno quello che vogliono, Raffaldi si dimostra spietato, Tozzetti attento e preciso e Sozza e Orecchia, nonostante qualche imprecisione sono sempre affidabili. E’ uno scherzo da ragazzi amministrare la gara per Bussi e il Vct vince anche il secondo set.
Il terzo set vede l’ingresso in campo di Pasin al posto di Dametto ma si capisce che qualcosa è cambiato nei tuttoneri: l’atteggiamento. Come più volte accaduto sembra già tutto fatto e la vittoria in tasca e così gli avversari prendono coraggio e strappano il set ai tuttoneri.
Il quarto set inizia con Dametto che riprende il suo posto in campo ed i padroni di casa sembrano riacquistare sicurezza. Tuttavia gli avversari non mollano e recuperano il gap nel finale finchè riescono a strappare anche questo set.
Ultimo set da dentro o fuori. Il Vct attento non vuole più lasciare punti per strada e ritrova subito la concentrazione. Per gli avversari non c’è nulla da fare e il risultato alla fine recita 3 a 2 per il VCT.

Posted in VCT by Volley Club Torino News. Commenti disabilitati su 10 set per 3 punti

Vince soffrendo il VCT

Penultima giornata del girone d’andata per il VCT Lasalliano impegnato nell’ostica trasferta di Bruzolo contro il Pallavolo Valsusa.
Starting six per i tuttoneri composto da il Comandante Dametto ( finalmente in campo a causa delle numerose assenze anche se in ruolo non suo ) e Orecchia all’ala, Bertarione e Menon al centro, Bussi in regia, Mottin opposto e Tozzetti libero.
Parte bene il VCT, Dametto sembra inarrestabile, Bussi dirige come neanche Riccardo Muti alla prima alla scala, Tozzetti sembra in serata, Bertarione e Menon imprendibili al centro e Orecchia e Mottin concreti in attacco. Tutto facile nel primo set che finisce per 25 a 15 lasciando anche lo spazio per qualche sorrisetto di troppo.
Secondo set con i tuttoneri che si presentano in campo con Balla al posto di Menon e la convinzione che la partita sia oramai solo più mera accademia. Al primo timeout il VCT è avanti ma ritornato in campo sembra eccessivamente rilassato. La ricezione va in vacanza, l’attacco fatica a concludere e l’arbitro decide di iniziare un accanimento senza motivo verso il palleggio di Bussi . Gli avversari prendono fiducia e punto dopo punto recuperano e superano il VCT vincendo il secondo set per 25 a 19.
Il terzo parziale inizia la dove il secondo è terminato con il ValSusa avanti e il VCT incapace di reagire. La tranquilla giornata di festa si tramuta ben presto nel più classico dei film dell’ orrore. Un terzo set mai giocato, condito da una quantità di errori esagerata finisce 25 a 16 ed è 2 a 1 per gli avversari.
Nel quarto set finalmente i tuttoneri ritornano in campo più convinti. Bertarione ed Orecchia vengono maggiormente coinvolti nel gioco, prendono per mano la squadra, ricevono, recuperano e attaccano. Bussi ritrova smalto e tranquillità nonostante un arbitro che le prove tutte pure di farlo innervosire e gli altri ritrovano punti in attacco e in battuta. Finisce 25 a 17 e si va al tie-break
L’ultimo set inizia bene per i torinesi, anche se il VCT fatica a staccare gli avversari che sono sempre con il fiato sul collo. Poi l’arbitro recupera dagli spalti una maschera di Byron Moreno , guarda l’orologio, si accorge di essere in ritardo per la cena ed in preda ad un attacco di ansia distribuisce cartellini manco dall’altra parte ci fosse la Corea Del Sud. Si sa, le mogli non perdonano i ritardi. Ne fanno i conti Bussi e Mottin che nella stessa azione collezionano un cartellino rosso a testa.
Il VCT nonostante tutto non perde la calma e punto dopo punto conquista per 15 a 13 una sofferta vittoria che lo mantiene nelle parti alte della classifica.
Fuga per la vittoria parte prima. Ciak! Si Gira

Posted in VCT by Volley Club Torino News. Commenti disabilitati su Vince soffrendo il VCT

Il VCT Lasalliano a un passo dalla vetta

IMG-20150117-WA0000Impresa del VCT Lasalliano in Prima Divisione maschile che espugna il difficile campo del San Paolo e si porta a un punto dalla capolista

Partita concentratissima quella del VCT alla “Vigone” giocata venerdì 16 gennaio. Starting six con Bussi in palleggio e Raffaldi opposto, Sozza e Orecchia all’ala, Bertarione e Menon al centro, Tozzetti (semi)libero.
Gli ospiti fanno subito capire che ci tengono ad agganciare il San Paolo nelle zone alte della classifica, servizio sempre insidioso, ricezione attenta e precisa, Bussi che utilizza i suoi attaccanti al meglio. Controllano quindi facilmente i primi due set, tenendo sempre gli avversari a distanza e si portano su un meritato 2 a 0 con due parziali di 25 a 21.
Nel terzo set cade la concentrazione e la partita si fa più difficile. Il VCT va sotto e anche in maniera pesante, poi ritrova aggressività e fluidità di gioco, riaggancia un incredulo San Paolo, si procura due palle-match ma le spreca e perde il set 27 a 25.
Nel quarto set San Paolo appagato e forse troppo convinto di farcela, VCT di nuovo concentratissimo e aggressivo in tutti i fondamentali, risultato: un set a senso unico per i tuttoneri. I padroni di casa recriminano per un errore arbitrale verso metà set, si innervosiscono più del dovuto e cedono il set per 25 a 14 e la partita al VCT migliore visto in campo quest’anno.
Da segnalare la sempre buona prova di Sozza all’ala, la concretezza di Raffaldi e il lavoro in seconda linea di un immenso Orecchia, che ha risposto positivamente anche quando è stato chiamato in causa in attacco, compresa un ottima “pipe” che ha praticamente concluso il match.
Inutile aggiungere che la coppia di centrali Menon-Bertarione si è confermata la migliore del campionato.

Una curiosità: complice una lettura della classifica diciamo poco attenta (un “misunderstanding” si direbbe adesso), nel dopo partita il VCT ha festeggiato un primo posto non raggiunto (come dimostra la foto del Capitano Presidente Quirici sorridente)… Ma la vetta è solo rimandata

San Paolo ASD Torino – VCT Lasalliano 1-3
21-25, 22-25, 27-25, 14-25

Posted in VCT by Volley Club Torino News. Commenti disabilitati su Il VCT Lasalliano a un passo dalla vetta

VCT arRAFFA i 3 punti

Decima giornata di campionato per i tuttoneri che affrontano venerdì 7 gennaio ’15 il fanalino di coda RebaVolley per continuare la scalata al primo posto.
VCT in campo con lo starting six Sozza e Orecchia all’ala, Bertarione e Menon al centro, Tozzetti libero, Quirici opposto e Raffaldi in campo nell’inedito ruolo di palleggiatore al posto dell’assente Bussi.
Partita non facile per i tuttoneri che faticano a trovare la concentrazione contro un avversario molto più debole tecnicamente.
Primo set che segue il più classico degli andamenti ad “elastico”.
Sopra di qualche punto, poi una serie di errori fanno riavvicinare gli avversari fino allo stacco decisivo che, nonostante un set giocato sottotono, consente ai tuttoneri di portare a casa il primo set.
Il secondo set inizia sulla falsa riga del primo. Il Vct mette in cascina un discreto vantaggio che si assottiglia poi a causa della non buona serata dell’attacco di casa.
Raffaldi distribuisce il gioco con la maestria di un prestigiatore e sfrutta la sua altezza e la sua tecnica per chiudere qualche punto di “seconda”. Due a zero per il VCT.
Il terzo set inizia con Mottin al posto di Quirici e Pasin al posto di Menon.
I padroni di casa tuttavia sembrano fin troppo rilassati e sicuri della loro superiorità, collezionano errori manco fossero figurine. Al timeout il tabellone segna Reba 18 VCT 7.
Al rientro i tuttoneri tentano la disperata risalita e punto su punto ritrovano gioco e convinzione, tuttavia la reazione è troppo tardiva ed il RebaVolley conquista il set e si porta sul 1 a 2.
Il quarto set vede il rientro di Menon al centro con il Vct deciso a chiudere la partita che si presenta con la giusta convinzione.
Raffaldi continua a servire bene gli attaccanti dei padroni di casa, che oramai sulle ali dell’entusiasmo sembrano addirittura convincenti.
Il set non è mai in bilico ed anzi i tuttoneri premono sull’acceleratore conquistando tre punti che li avvicinano sempre di più alla vetta.

Posted in VCT by Volley Club Torino News. Commenti disabilitati su VCT arRAFFA i 3 punti

Ciao Pino !

daniele
“Noi che ci a emozioniamo ancora davanti al mare” la mattina del 5 gennaio ci siamo svegliati con una gran brutta notizia: Pino Daniele ci aveva appena lasciati. Era un vero master della musica, del ’55, quindi era appena entrato negli over 60, ma la sua grande carriera si è fermata.
Se la carriera di un musicista “pop” (anche se questa definizione, per Pino Daniele e per tutta la sua produzione, è un po’ stretta) si giudica dalle belle canzoni scritte e cantate butto lì qualche titolo: “Napule è”, “Quanno chiove”, “Quando”, “Anna verrà”, “Alleria” per citare solo le più famose ed evitare le hit dei dischi più pop degli anni 90 (ma che pop!).
Come non ricordare i primi dischi, soprattutto il capolavoro “Nero a metà”, del 1980, suonato con il meglio degli strumentisti napoletani? Ed il raffinatissimo e poco conosciuto “Bella ‘mbriana” del 1982, suonato con musicisti mostruosi, tra cui Wayne Shorter dei Weather Report?
E’ troppo azzardato dire che quel belllissimo mix di pop, rock e soprattutto jazz è poi stato ripreso da Sting nel 1985 con “The Dream of the Blue Turtles” che ci ha costruito il successo della propria carriera da solista?

Io i dischi di Pino li ho quasi tutti, ovviamente, dal primo (“Terra mia”) al periodo pop (quello di “Scarrafone, ma non solo) compresa una rara versione della colonna sonora del film “Le vie del signore sono finite” di Troisi (ascoltatevi, se la trovate “Qualcosa arriverà”) e me li riascolto spesso. Nessuno di quei dischi è diventato “vecchio”…
Negli ultimi dieci anni, come succede a molti artisti, la sua vena creativa si era un po’ spenta. La sua produzione di dischi più recente è una serie infinita di raccolte, remix, deluxe edition, platinum collection, dischi ri-suonati con band ri-costruite, magari live (però “Tutta n’ata storia” del 2013 ascoltatevelo).
E purtroppo la sua carriera si è chiusa con la peggiore delle “marchette” quattro canzoni cantate allo show di Capodanno di Rai 1 quattro sere fa: che tristezza vederlo cantare “Anna verrà” in mezzo alle ragazzine scosciate che ballano sul palco, davanti ad un pubblico semi-ubriaco, dopo i Fratelli La Bionda (One for me, one for you… proprio quelli) e Patty Pravo rifatta. Anche lì però, con lo sguardo triste e un po’ assente e la voce un po’ in difficoltà, aveva “preso” dei bellissimi assoli di chitarra, per ricordarci che è stato anche un ottimo chitarrista
Io me lo voglio ricordare sul palco dei concerti in cui l’ho visto un bel po’ di volte, ma soprattutto sul palco del Palastampa di Torino. Chi se lo ricorda il Palastampa che poi ha cambiato un sacco di volte nome (Mazdapalace e altri)? Qualcuno ci ha anche giocato a pallavolo, ci hanno fatto il Trial indoor e soprattutto moltissimi concerti. Aveva una caratteristica che tutti gli appassionati di musica ricordano bene, anche se è chiuso da anni: non si sentiva quasi niente! Insomma aveva la peggiore acustica di tutti i palazzetti d’Italia.
Sul palco del Palastampa, nel 1995, io l’ho ascoltato (si fa per dire) con un altro (mio) mito della musica: Pat Metheny e un gruppo “da paura” (ricordo Jimmy Earl al basso e Rita Marcotulli al piano).
Il concerto comprendeva diversi pezzi di Pino, spesso suonati in duo, ma anche qualche brano di Pat: “Are you going with me?”, da solo valeva il prezzo del biglietto.
Ne ho trovato una testimonianza su you tube: https://www.youtube.com/watch?v=7Gb7AM72-wI
Andatela a sentire, anche se sono quasi otto minuti di musica non facilissima, e di lì cercate i link per ascoltare i pezzi di quei concerti straordinari. E di tutte le canzoni di Pino. Chiudendo magari con “Sicily” (al pianoforte c’è un certo Chick Corea)

“Un posto ci sarà per questa solitudine, perché mi sento così inutile davanti alla realtà”
Bux

Posted in VCT by Volley Club Torino News. Commenti disabilitati su Ciao Pino !

70 ma non per tutti

Andrea Nannini è stato un grande della pallavolo a cavallo degli anni 1960 e 70 ed ha praticamente concluso la sua brillante carriera di giocatore a Torino per poi intraprendere quella di allenatore.
Nasce a Modena 70 anni fa e le sue qualità si vedono subito.
Inizia a giocare nella famosa Minelli Modena sotto la guida di Adriano Guidetti, bravo tecnico di quei tempi, e dopo solo due anni di attività è titolare della nazionale juniores che ben si comporta agli europei di Lione.
Nell’ottobre dello stesso anno è promosso tra i titolari azzurri per i mondiali di Mosca.
Fu definito “ il più bel fenomeno atletico ed il miglior talento “ prodotto dalla pallavolo italiana di quegli anni, anche a seguito dei giudizi dei tecnici di nazioni dell’Est europeo.
Nella sua carriera ha preso parte a 2 Campionati mondiali, 2 Universiadi, tra cui fu protagonista vincente in quella di Torino del 1970, 3 Giochi del Mediterraneo.
E’ sempre titolare della Nazionale salvo una parentesi nel 1974.
Dopo la Minelli Modena nel 1964 si trasferì nelle file della Ruini Firenze dove rimase sino al 1968, conquistando uno scudetto.
Nel 1969 ritornò nella sua Modena per giocare nelle file della Panini sotto la guida di Franco Anderlini, disputando sette campionati consecutivi e vincendo altri 3 scudetti.
Poi un altro cambiamento accolto con molto calore da tutti, si trasferisce a Torino per giocare il campionato 1975- 76 con la Klippan CUS Torino.
Un campionato fantastico e pieno di soddisfazioni, dove gioca a fianco del grande Mitko Karov, a Ernesto Pilotti, Manolo Pelissero, Diego Borgna, Gianni Forlani, Gianni Lanfranco e Toni Scardino.
Con la Klippan vince la regular season a pari punti con la Panini, ma poi nello spareggio per il titolo, dentro ad un Palalido stracolmo di appassionati, manca la conquista del 5° scudetto.
La pallavolo torinese ha avuto in Andrea Nannini uno dei tanti campioni che l’hanno fatta grande.

Forse non c’è la facciamo a farti gli auguri di persona, ma ti abbracciamo con affetto.
Dai tuoi amici di Torino

F L

Posted in MAGNIFICI 30 by Volley Club Torino News. Commenti disabilitati su 70 ma non per tutti

Affonda il VCT

Sesta partita per il Vct Lasalliano che affronta la Polisportiva Venaria, appaiata in classifica al primo posto.
Brutte notizie per i tuttoneri che perdono subito Orecchia nel riscaldamento, ma ritrovano Dametto al suo esordio stagionale in prima divisione .
Starting six con Sozza e Mottin all’ala, , Dametto e Bertarione al centro, Bussi e Quirici in diagonale e Tozzetti libero.
Parte male il Vct, troppo nervoso e contratto, collezionando errori manco fossero figurine. Primo set mai in dubbio e il Venaria ha vita facile chiudendo per 25 a 12.
Secondo parziale con la stessa formazione in campo ed i tuttoneri sembrano reagire ed essere più presenti, ma il Venaria continua a controllare il match che i padroni di casa non riescono a ribaltare. Due a zero per gli ospiti con parziale di 25 a 22.
Il terzo parziale vede finalmente la reazione dei tuttoneri, che punto su punto iniziano a macinare un discreto gioco; gli avversari sono incapaci di reagire e il Vct finalmente si impone per 25 a 17.
Il quarto set parte bene per i tuttoneri che sembrano continuare sulla scia del precedente, ma dopo il dieci pari il match si trasforma in una Waterloo e la squadra prima sbanda pericolosamente e poi affonda senza reagire. Gli ospiti mettono insieme 12 punti consecutivi e chiudono 25 a 13, mettendo la parola fine su un match partito male e mai recuperato dal Vct Lasalliano.
“Comandante non abbandoni la nave” “ma sta affondando” “torni a bordo cazzo !”

Posted in VCT by Volley Club Torino News. Commenti disabilitati su Affonda il VCT