Il punto sul campionato di Prima Divisione 2016-17

4 partite, 4 vittorie, 11 punti, 3° posto in classifica: a metà del girone di andata questi sono i numeri del VCT Lasalliano nel campionato di Prima Divisione Maschile FIPAV  iniziato il 25 novembre.

 

Inizio difficile con i “ragazzi terribili” dell’Arti e Mestieri, una squadra giovanissima dotata di un servizio molto offensivo e alcune buone individualità in attacco.

Nell’insolita cornice della palestra Colletta il VCT va sotto 2-0 e poi ribalta il risultato vincendo al tie-break.

Tutto più facile nelle due partite seguenti, la trasferta a Romagnano e l’esordio casalingo nel rinnovato palazzetto Le Cupole contro il Rivamonte: due vittorie 3-0 contro compagini obiettivamente poco mature tecnicamente.

La trasferta a Giaveno del VCT premia i tuttoneri, autori di una prestazione che ha visto la pazienza come fattore premiante. Primo set che vede in campo la formazione con Pilosu-Nieddu in diagonale palleggio-opposto, Vigna-Orecchia alla mano, Menon-Bertarione dal centro e Gionta libero.

La compagine giavenese, guidata da Enrico Baima, porta in campo un mix di atleti giovani e più esperti, che patiscono però l’avvio perentorio del servizio dei torinesi. Il 9-2 iniziale marca il primo set, che nonostante un tentativo di recupero della squadra di casa, va a referto per il VCT con il punteggio di 25-18.

Cambia la musica nel secondo set, in cui, se i torinesi mantengono sempre qualche incollatura di vantaggio, il Giaveno mostra però altro piglio, aumentando soprattutto l’efficacia al servizio e mantenendo un buon livello in attacco. Così, dal 21-19 per il VCT il Giaveno si assicura il secondo set per 25-23.

Nel terzo set Bussi spariglia le carte, mandando all’ala Nieddu per un febbricitante Orecchia e inserendo Bor come opposto. Pilosu, pur soffrendo di alcune chiamate arbitrali, punta molto sui propri centrali, mentre Vigna sale in cattedra con l’attacco da posto 4. La battuta nuovamente degna di tal nome aiuta a chiudere perentoriamente il terzo set in favore dei tuttoneri, che lasciano solo 12 punti agli avversari.

Nel frattempo, si vedono anche Pasin e Balla dal centro, e il quarto set riparte con identiche premesse; se anche il punteggio non parla di un grande solco tra le due compagini, è controllato dai torinesi, che così portano a casa la posta piena con Vigna sugli scudi.

 

Il sorteggio ha previsto un inizio facile per i tuttoneri, incontrando le forze meno attrezzate del campionato, ma da venerdì prossimo si fa sul serio: Hasta Volley e soprattutto Meneghetti e Reba Volley, al momento in testa alla classifica, sembrano avversari di tutto rispetto.

 

Quest’anno la rosa dei convocabili è salita a 18 elementi ed il già nutrito gruppo “storico” si è rinforzato con tre arrivi: Luca Pilosu, che aveva già militato un anno nelle file VCT e Filippo Nieddu, proveniente dal Venaria ed a loro si aggiunge “il colonnello” Franco Frasca, proveniente dai campionati militari.

Coach Bussi ha potuto far ruotare gran parte dei giocatori a disposizione: Pilosu e Frasca in palleggio, Raffaldi, Nieddu e Bor opposti, Vigna, Orecchia e Sozza all’ala, Bertarione, Menon, Balla e Pasin al centro, Tozzetti e Gionta liberi.

Non hanno ancora fatto il loro esordio Quirici e Bussi, alle prese con qualche guaio fisico, Carlevaris, allenatore di una squadra giovanile in un’altra Società e “il comandante” Dametto, impegnato nella campagna elettorale per l’elezione a Presidente del Comitato Regionale FIPAV.

Prossimo appuntamento in casa, venerdì 27, alle Cupole, contro l’Hasta Volley.

Leave a Comment