Bovo Day 2013 – Diario di una giornata memorabile per il VCT

Siamo uomini, siamo donne ma siamo prima di tutto pallavolisti.

Pallavolo per noi è :

arrivare  al palabanca e vedere che nel piazzale ci sono una miriade di ragazzini che giocano a minivolley e ci sono i campi già pronti per il sitting-volley

incontrare dei vecchi amici che hai visto crescere e passare da nostre riserve a Generazione di Fenomeni e dominare lo scenario mondiale e avere la conferma che sono gli stessi ragazzi di allora

vedere  l’amico torinese che conosci dai tempi degli studenteschi, che ha giocato al massimo in A2 e  che viene salutato con  rispetto  da Mister Secolo

ritrovarsi in spogliatoio con 25 persone che hanno accettato di condividere con te l’idea di portare due squadre ai  WMG di TORINO 2013

sentire l’emozione di Federica che vuole ringraziarci uno per uno in spogliatoio per essere con lei al Bovo Day, quando per tutti noi esserci  è la realizzazione di un sogno

sentire l’affetto di tutto il palabanca tutti insieme dietro lo striscione che ricorda Bovo, per dire che siamo tutti vicini a Federica ed ai suoi ragazzi

discutere con Zorro se lasciar cadere o meno la prima battuta e nel caso se contare o meno il primo punto e poi vedere che Alessandro fa punto “ da solo “ – VIDEO

iniziare a giocare e scoprire  che stiamo in campo se dall’altra parte della rete non spingono al massimo

vedere lo sguardo di Mister Secolo che cerca di capire chi è riuscito a fare punto schiacciando dalla sua parte

vedere il compagno di squadra che fa il primo tuffo della stagione dopo 70 volte che è venuto in palestra con te da settembre ad oggi senza mettere il petto a terra

incrociare sotto rete gli avversari e sentirsi dire da chi ha appena giocato le finali scudetto che è stato un onore giocare contro i compagni di squadra di suo padre

vedere che anche tua moglie si commuove durante il filmato che ricorda il Bovo perché  “ anche se non lo conoscevo,  è un pallavolista “ – VIDEO

salutare quei ragazzi che oggi difendono la maglia azzurra e che hai conosciuto quando erano bambini perché sei stato compagno di squadra o avversario dei  loro padri

 

vedere che aver accompagnato Federica al Museo dello Sport di Torino le ha fatto scoprire questa bellissima realtà che ha scelto di condividere con tutti i presenti al palabanca

incontrare ed abbracciare un personaggio come Jack  che ha saputo dimostrare a tutti che nella vita non bisogna mai mollare e che ci ha regalato dei momenti straordinari – VIDEO

essere vicini a Federica che dimostra di saper affrontare la vita

vedere tutto l’evento al link

 

Pallavolisti brava gente.

Comments are closed.